BANDO ISI INAIL 2024

Finalità:

Il bando Inail 2024 consente alle aziende di ottenere un contributo a fondo perduto del 65% fino ad un massimo di 130.000 euro per nuovi investimenti aziendali finalizzati al miglioramento della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il bando si pone infatti l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori in azienda rispetto alle condizioni preesistenti, nonché incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico.

La dotazione complessiva è pari a 250 milioni di euro, destinando una apposita linea per gli interventi di bonifica dell’amianto. Nel 2024 un’ulteriore novità è rappresentata dall’inserimento di una specifica linea destinata ad interventi di miglioramento della salute e sicurezza nell’ambito dei settori della pesca e fabbricazione di mobili.

Destinatari dei finanziamenti:
L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese iscritte alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, con specifiche linee di finanziamento destinate all’Agricoltura, Pesca e Fabbricazione Mobili e ​agli enti del terzo settore, che possono però accedere all’Asse 1.1 limitatamente all’intervento di tipologia d) per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di persone.

Agevolazioni:

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammissibili, da un minimo di 5.000 euro ad un massimo di 130.000 euro.

Per i settori della Pesca e della Fabbricazione Mobili il contributo va da un minimo di 2.000 euro ad un massimo di 50.000 euro.

Per il settore Agricolo l’importo minimo si abbassa a 1.000 euro fino ad un massimo di 130.000 euro, con un contributo pari al 80% per i giovani agricoltori, 65% per tutti gli altri.

Progetti ammessi a finanziamento:
Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto suddivise in 5 Assi di finanziamento: 

  • Asse di finanziamento 1 – Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici;
  • Asse di finanziamento 1 – Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Asse di finanziamento 2 – Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici;
  • Asse di finanziamento 3 – Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Asse di finanziamento 4 – Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività;
  • Asse di finanziamento 5 – Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

Risorse economiche destinate ai finanziamenti:

E’ concesso un finanziamento a fondo perduto:

  • per gli Assi 1 (1.1 e 1.2), 2, 3, 4 nella misura del 65% dell’importo delle spese ritenute ammissibili
  • per l’Asse 5 (5.1 e 5.2) nella misura:
    • 65% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
    • 80% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori).

L’ammontare del finanziamento è compreso tra un importo minimo di 5.000,00 euro e un importo massimo erogabile pari a 130.000,00 euro. Non è previsto il limite minimo di finanziamento per le imprese che hanno meno di 50 dipendenti che presentino progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. 

Noi di IBO srl siamo specializzati in finanza agevolata per le PMI. Grazie a un team di professionisti qualificati, che monitora tutte le misure disponibili, possiamo aiutarti a ottenere il beneficio maggiormente attinente ai tuoi bisogni.

Se cerchi supporto, contatta lo staff IBO S.r.l. allo 0571.520903



This website uses cookies and asks your personal data to enhance your browsing experience.